lunedì 28 marzo 2011

Cuddaccio Calabrese


Buongiorno a tutti e buon lunedì!!!! Come avete trascorso il weekend??? Io Sabato sono stata alla mostra del National Geographic al Palazzo delle Esposizioni a Roma...una meraviglia...le foto erano divise in quattro sezioni, verde, rosso, bianco e azzurro...è veramente incredibile come una foto ben fatta riesca a trasmettere così tante emozioni in pochi istanti...c'erano foto sia di volti, di vita vissuta, di animali e di paesaggi...alcune foto erano così straordinariamente spettacolari che sembravano dipinte ed è pazzesco credere che la Natura riesca a creare un qualcosa di tanto perfetto!!! Vi lascio il link della mostra dove potete ammirare qualche immagine...se ne avete la possibilità è assolutamente da vedere!!!


Domenica invece è stata una giornata molto tranquilla e rilassante; insieme a mia madre abbiamo deciso di provare il pane pasquale tipico della zona di Cosenza, che mia nonna prepara tutti gli anni (ieri ha deciso, visto che stava poco bene, di supervisionare moooolto attentamente la preparazione!!!). Il nome tipico del pane è "Cuddaccio" o per lo meno mia nonna lo chiama così...cercando un pò su internet non ho trovato quasi nulla su questo pane, ho trovato invece molto sui Cudduraci che sono biscotti dolci tipici Pasquali della zona di Reggio Calabria; forse il nome deriva da un'etimologia comune oppure da un prodotto che effettivamente prevedeva ricette molto simili nelle varie zone della Calabria...tuttavia non è la stessa cosa perchè il "Cuddaccio" è un pane salato a cui solitamente si aggiungono salumi e tutto quello che si trova nel frigo e viene mangiato per fare la colazione di pasqua assieme alle uova sode e ai vari salami tipici.


Questa è la ricetta che si usa nella mia famiglia:


Cuddaccio


Ingredienti


1kg farina + qb per ottenere una panetto sodo ed elastico


1 cubetto di lievito


Acqua tiepida qb


1 cucchiaino di sale


1 cucchiaino di zucchero


1/2 bicchiere di olio (evo)


tutti i salumi che trovate nel frigo, formaggi, olive, pomodori secchi, insomma spazio alla fantasia!!!


6 uova


Preparazione


Indiepidire più o meno 1/2 litro di acqua e aggiungere il lievito, l'olio il sale e lo zucchero. Sciogliere il lievito nell'acqua. In una ciotola grande unire la farina con i salumi e i formaggi sminuzzati (io ho usato mortadella, salami e parmigiano grattuggiato). Unire il composto liquido alla farina e ai salumi ed impastare fino ad ottenere un panetto morbido, elastico e sodo (se occorre aggiungere farina qb). Coprire il panetto con un panno e lasciar lievitare per circa due ore. Trascorso il tempo necessario occorre reimpastare il panetto e lasciar lievitare circa 1 ora. Riprendere il panetto, formare una treccia e richiudere come una ciambella. Inserire nell'impasto le uova accuratamente lavate ed asciugate. Cuocere in forno per circa 1 ora a 180°. Bon appetit!!!


Con questa ricetta partecipo al contest "150 anni in Tavola" di "Farina Lievito e Fantasia"



8 commenti:

  1. Che bella l'idea di andare alla mostra del National Geographic!!!
    Il pane sembra veramente squisito! Farebbe un ottima figura non solo a colazione ma anche sulla tavola pasquale!!!

    RispondiElimina
  2. ..che meraviglia!!!!
    Prendo subito subito la ricetta!!!!!!
    Un bacione grandissimo e a prestoooooo!!!!

    RispondiElimina
  3. una bellissima e buonissima idea che mette d'accordo tutti e rallegra la tavola pasquale!!!!! buon appetito e intanto BUONA PASQUA a tutti!!!!

    RispondiElimina
  4. Che buono e profumato deve essere questo pane.
    Grazie per i link della mostra. Purtroppo sono lontana e la guarderò solo via web.

    RispondiElimina
  5. Com'è bello questo pane! Un ottima idea per la tavola pasquale!
    Ciao e buona settimana!

    RispondiElimina
  6. Fefina questo pane era gigante!!!!! bellissimoooooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  7. ok...presto io e nonna palmina ci metteremo all'opera per riprodurre il CUDDACCIO!

    RispondiElimina
  8. che bello! queste ricette tipiche mi fanno impazzire! ;-)

    RispondiElimina