giovedì 23 dicembre 2010

Auguriiiiiiiii!!!!...Muffin con gocce di cioccolato


Eccomiiiiiii!!!! Scusate l'assenza prolungata ma ho avuto delle giornate pienissime, non mi sono fermata un attimo....tra ragali di Natale, feste di compleanno, riunioni varie sono stata praticamente tutto il giorno fuori casa...meno male che domani iniziano le Feste!!!!!!

Volevo poi ringraziare tutte voi che siete passate a farmi gli auguri per il mio compleanno....oramai siamo a 29....la festa è andata benissimo...ho festeggiato in un locale a Roma in piazza Barberini...abbiamo cominciato dall'aperitivo e poi via fino a tarda notte con musica e tante risate!!!! E' veramente bellissimo provare la tangibile sensazione di avere tanta gente intorno che ti vuole bene...!!!! E i miei amici hanno pensato, per i regali, a molte cosine per sostenere il blog....ho ricevuto una digitale (finalmente...la mia era rotta!!!), un corso al Gambero Rosso di pasticceria salata, e un sacco di libri di cucina...ma tantissimi!!!! Sono moooolto soddisfatta....diciamo che ho ricette programmate per tutto il 2011!!!!!!
E ora vi lascio la ricetta dei Muffin che ho usato per i miei regalini di Natale...un successone!!!! La ricetta è stata presa da qui



Muffin con gocce di cioccolato


Ingredienti

250g di farina 1bustina di lievito
150 g di zucchero
1 pizzico di sale
1 uovo
200 ml di latte 100 g di burro, oppure 80 ml di olio leggero

Una tavoletta di cioccolato al latte a scaglie

Preparazione

Setacciare in una ciotola la farina e il lievito. Unire lo zucchero, un pizzico di sale e mescolare.
In una seconda ciotola rompere l'uovo e sbatterlo con i denti di una forchetta. Unire il latte a filo, mescolando con una frusta da cucina, quindi il burro fuso ed intiepidito, oppure l'olio, sempre mescolando.
Unire gli ingredienti liquidi a quelli secchi e amalgamare non troppo accuratamente. Unire le gocce di cioccolato e mescolare con un cucchiaio di legno. Riempire i pirottini con l'impasto per 2/3. Cuocete a 180° per 20 minuti. Le dosi sono per 12 muffin
Trascorso il tempo indicato spegnere il forno, aprire lo sportello ed attendere 5 minuti prima di sfornare.




Vi auguro di passare un meraviglioso Natale, circondati solo da amore e affetto e di riscoprire nella semplicità di questa giornate, la felicità del cuore...
e vi auguro un 2011 che realizzi tutti i vostri più profondi desideri!!!!





A prestissimo!!!!!

sabato 18 dicembre 2010

Happy Birthday to me!!!!!!


Oggi è il mio compleanno!!!!! Vado a festeggiare e domani torno più pimpante che mai con nuove ricettine!!!!!!!!!

un bacione a tutti quelli che passano di qua!!!!!


P.s. l'mmagine è presa da internet...

lunedì 13 dicembre 2010

Tarallucci abruzzesi



Buongiorno...e Buon Lunedì! Come promesso oggi dal profondo sud Italia saliamo un pò...e vi lascio una ricetta tipica abruzzese che fa sempre mia nonna (paterna) per Natale...é un dolcetto molto particolare, profumato e con un gusto che sa proprio di festa...I Tarallucci abruzzesi....Chiedo sempre scusa se qualcuno dovesse notare che la ricetta non è originale ma come già detto, questa è la ricetta che fa mia nonna, e la fa così da quando era molto piccola...quindi se dovesse essere cambiato qualcosa proprio non so....in ogni caso sono facili da fare e fanno molta figura sulla tavola natalizia!!!

Non sono riuscita a tirar fuori neppure una dose esatta dalla bocca di nonna....dice che deve essere fatto a occhio...secondo il gusto...a parte la pasta che invece ha delle specifiche proporzioni!!!

Tarallucci abruzzesi


Ingredienti

Per la pasta:
La stessa dose di olio e vino (bianco secco)
Farina q.b (deve venire fuori una frolla morbida ed elastica!)

Per il ripieno:
Cioccolato a scaglie fondente
noci tritate
buccia di 1 arancia
2 o 3 cucchiai di cacao in polvere
caffè (1 bicchiere)
marmellata (la ricetta prevede l'uvata ma è impossibile da trovare quindi si può usare qualsiasi tipo di marmellata)
una spolverata di cannella

Preparazione.
In un tegame fate bollire il vino e l'olio. Spegnere il fuoco e aggiungere il liquido caldo sulla farina (poco a poco in modo da potervi regolare su quanta ne riceve). Impastare come un frolla e far raffreddare.
Ecco la frolla stesa. In realtà andrebbero fatti come dei "ravioli" (vedi foto sotto) ma spesso nonna fa anche una tortina che poi porta a tavola a Natale quindi abbiamo fatto tutti e due i formati.



Per il ripieno in un tegame unire insieme tutti gli ingredienti: caffè, marmellata, noci, cacao, cioccolato in scaglie, buccia d'arancia a cannella. Fate bollire il composto finchè la crema non si addensa. Spero che dalla foto si capisca la consistenza della crema. Se la crema non si addensa abbastanza aggiungere del pangrattato.



Far raffreddare la crema. Infine stendere la frolla in una teglia oppure tagliarla in piccoli dischetti. Spalmare la crema sulla frolla o porla al centro di ogni dischetto. Con l'altra metà della frolla coprire la tortina (l'impasto è molto morbido ma non vi preoccupate, anche se ricostruite il sopra della tortina in piccoli pezzi andrà benissimo perchè in cottura sarà perfettamente amalgamato e unoforme.

Cuocere a 180° per 40-45 minuti! (controllate ogni tanto che il mio formo è molto strano!!!)

Spolverate di zucchero a velo.





giovedì 9 dicembre 2010

Turdilli Calabresi

Buongiorno a tutti!!! Come promesso oggi vi lascio la ricetta di un dolce tradizionale calabrese...non so se sia questa la ricetta originale, ma mia nonna lo ha sempre fatto così (è originaria di Rota Greca in provincia di Cosenza)...ed è delizioso!!!! Questo dolce è sempre stato presente sulla tavola natalizia della nostra famiglia e mi evoca dolcissimi ricordi...il Natale di quando eravamo bambini è sempre stato vissuto come un grande festa, ricevamo tantissimi regali, ma soprattutto eravamo amati e coccolati...come dovrebbero essere tutti i bambini...mi ricordo le tavolate colme di ogni prelibatezza (avete presente quando Franco Neri descrive i Calabresi a Zelig...ecco non fa umorismo...dice solo la verità!!!) e i miei nonni, che erano il fulcro che teneva le fila di tutto e tutti...sono stati grandiosi, amorevoli, presenti e io non smetterò mai e poi mai di ringraziarli di avermi fatto vivere una vita fortunata e serena...oggi mio nonno non c'è più e mia nonna e un pò più vecchietta ma rimane sempre un "Bersagliera" pazzerella, grande donna, madre e moglie...per farvi capire quanto mi ama mia nonna, basta dirvi che da quando ha saputo che ho un blog (non ha capito proprio bene di che si tratta, sa solo che faccio ricette e le fotografo...:-P) uno dei suoi principali pensieri è trovare ricette da propormi, e persino si cimenta nella decorazione dei piatti!!!...cosa che a 80 anni non è da tutti!!!

Per questa ricetta si usa il miele di fichi, un prodotto tipico calabrese e molto difficile da trovare nelle altre regioni...si può sostituire con il miele di api...anche se quello di fichi regala ai dolcetti un sapore e un profumo meraviglioso!

Turdilli (calabria)

Ingredienti

1Kg farina
2 bicchieri di vino
1 bicchiere di olio di semi
1 cucchiaio di zucchero
1 pizzico di sale
miele di fichi (o miele normale)


Preparazione

In una pentola far bollire il vino, l'olio, lo zucchero e il pizzico di sale. Una volta raggiunto il bollore togliere dal fuoco e aggiungere pian piano (un mestolo per volta) alla farina che avrete versato nel frattempo in una ciotola capiente. Impastare prima con un cucchiaio di legno (ricordate che il liquido è bollente) e poi con le mani come fosse una frolla. Lasciar riposate per circa mezz'ora

Passata Mezz'ora formare con l'impasto i turdilli che hanno la forma degli gnocchi solo più grandi.


Eccoli qui ancora da cuocere



Friggere i turdilli in olio di semi molto caldo finchè non diventano dorati



Eccoli cotti



Una volta cotti, porre in una pentola il miele di fichi e portare a bollore. Mentre il miele bolle buttare nella pentola i turdilli in modo che assorbano e si cospargano di miele (i turdilli devono stare nel miele bollente solo pochi secondi!!!)
Lasciar raffreddare...il giorno dopo sono ancora più buoni!!!!
Eccoli coperti di miele.



A presto!!!!

lunedì 6 dicembre 2010

Polpettine di Speck e Patate


Buon Lunedì a tutti!!!

Spero che abbiate trascorso un bellissimo weekend!!! Mi ripropongo sempre di postare qualche cosa durante il Sabato e la Domenica...ma alla fine proprio non riesco!!! Un pò per gli impegni, un pò per pigrizia...insomma io d'inverno divento un orsetto sonnacchioso, pigro e lentissimo!!!!
Oggi volevo lasciarvi la ricetta di un finger food/aperitivo che secondo me è adattissimo per le feste che sono alle porte...Fino ad oggi non mi sono mai trovata a dover cucinare per le feste (solo piccole cose fatte di testa mia in più!) perchè lo hanno sempre fatto le mie nonne e zie per tutta la famiglia...devo dire però che il menu è sempre stato un tantino ripetitivo...e quando scoprono un piatto nuovo...siamo costretti a mangiarlo per i 5 anni successivi, finchè non ne trovano un altro da proporre!!! Mi piacerebbe molto, appena avrò una casetta più grande, preparare io la cena o il pranzo di Natale, in modo da proporre piatti originali e stuzzicanti, che non ti costringano a rimenere seduto troppo tempo e che ti lascino sempre uno spazietto libero per un'altro assaggino!!!! ;-) Ma il Natale è anche questo no?? Piatti della tradizione, tavola imbandita, pance piene e gote arrossate!!! Io poi, ho la mamma calabrese e il papà abruzzese (e si sono incontrati a Roma...il destino!) per cui ho vissuto questo periodo sempre alla scoperta delle tradizioni di queste splendide regioni...!!! Tant'è che di tradizioni laziali ne so poco o nulla...ho già messo le mie nonne all'opera e nei prossimi giorni posterò qualche ricettina tipica delle loro terre!!! E passiamo alla ricetta di oggi presa dal libro della Prova del cuoco "Oggi cucini tu"...non riporto fedelmente la ricetta ma vi dico le dosi e il procedimento che ho usato io...

Polpettine Speck e Patate



Ingredienti

15 fettine di speck
5 patate medie

1 uovo e 1 tuorlo
pangrattato
Parmigiano
Brie a cubetti
sale
olio

Preparazione

Lessare le patate. Ancore calde passarle nello schicciapatate e far raffreddare. Aggiungere alle patate l'uovo, il tuorlo, il parmiggiano e aggiustare di sale. Lasciare il composto a riposare in frigo qualche ora. Trascorso il tempo necessario prelevare il composto con un cucchiaio e formare della palline a cui aggiungerete nel centro un cubetto di brie. Passare ogni pallina nel pangrattato e avvolgerla con una fetta di speck (fermandola con uno stuzzicadenti). Disporre le palline in una pirofila unta e passare in forno a 180° per 25 minuti.

Buona settimana!!!

venerdì 3 dicembre 2010

Torta di Carote e Mandorle


Ciao a tutti e buon Venerdì!!! Oggi vi lascio la ricetta della torta di carote! Era da moltissimo tempo che avevo voglia di provarla...devo dire che mi ha conquistato! Mi piace moltissimo, ha la giusta morbidezza, dolcezza e mettiamoci pure che è sana è leggera!!!!!

Prima della ricetta però vorrei sponsorizzare un evento di Beneficenza che si terrà a Roma il 6 Dicembre. Si tratta di una serata organizzata dall' Associzione Peter Pan al Gran Teatro di Roma a favore dei bambini onco-ematologici. Ci sarà musica, danza, comicità e solidarietà ed il tutto è reso possibile grazie alla generosità di artisti che si esibiranno gratuitamente a sostegno dell'evento. Vi lascio il
link per chi fosse interessanto a partecipare e anche il sito dell'Associazione. Io ci sarò!!! ;-)

Ma passiamo alla ricetta!!! Ho preso spunto dallo splendido Blog di Misya



Torta di carote e mandorle

Ingredienti

2 uova
100g di zucchero
un bel cucchiaio colmo di miele
100g mandorle
300g carote
280g farina
100ml olio
100ml di succo ace (o arancia come preferite, anzi meglio mettere una bella spremuta di arancia fresca!!!)
1 bustina di lievito per dolci

Preparazione

Lavare le carote e sbucciarle. In un mixer ho tritato finemente le carote e le mandorle.
A parte in un contenitore montare le uova con lo zucchero e il miele fino ad ottenere un composto spumoso e quasi bianco. Aggiungere le carote e le mandorle tritate. Aggiungere, infine, l'olio, il succo, e in seguito la farina e il lievito. Foderare uno stampo per torte con della carta forno e versare il composto ottenuto. Cuocere in forno a 180° per circa 45 minuti. (Prova stecchino mi raccomando!!!) Far raffreddare e cospargere di zucchero a velo!

Ottima!!!! Un bacione a tutti e Buon weekend!!!!

mercoledì 1 dicembre 2010

Zuppa "Light di farro e zucca e....commercio equo e solidale!!!


Buon Mercoledì!!! In previsione delle feste Natalizie ho cominciato a fare un pò di dieta...niente di drastico, sto cercando semplicemente di preparare piatti più leggeri e soprattutto preparati da me...è da quest'estate che, infatti, stiamo esagerando un pò con i pranzi e le cene al ristorante...non che abbia nulla al in contrario, anzi, io adoro mangiare fuori, però è stato un vero attacco alla mia linea...:-P devo rimediare in fretta!!! Ieri sera, approffittando di un pomeriggio grigio e casalingo, ho preparato una buonissima zuppa, leggera, sana e anche molto gustosa...che c'è di meglio???!!!
Qualche tempo fa ho assaggiato ad un pranzo di lavoro una deliziosa zuppa di farro e zucca...ne sono rimasta molto colpita e volevo ricrearla...ho cercato nei vari blog e sui miei libri una ricetta che potesse andare bene ma c'erano troppi soffritti e non volevo mettere neppure la cipolla (che mi rimane un pò indigesta)...alla fine ho fatto di testa mia e devo dire che sono rimasta molto soddisfatta!!!!

Zuppa "Light" di farro e zucca


Ingredienti

Circa 400g di zucca gialla
3 patate medie
2 carote
dado granulare vegetale
Sale speziato per verdure (una selezione di cristalli di sale e spezie miscelate come pepe nero, scorza di limone, aglio, prezzemolo e zucchero di canna) - Vedi sito Commercio Alternativo
Rosmarino
Farro Circa 250g


Preparazione

Ho tagliato a pezzetti la zucca, le patate e le carote. Le ho messe in una pentola con acqua fredda (deve ricoprire abbondantemente le verdure) e ho aggiunto un cucchiaino di dado granulare, un bel pò di sale speziato e del rosmarino. Ho fatto cuocere per circa 45 minuti.
Nel frattempo ho cotto a parte il farro in acqua bollente lievemente salata per circa 35 minuti.
Una volta cotte le verdure le ho frullate per formare una bella crema (se vedete che c'è troppa acqua, toglietene un pò prima di frullare). Una volta cotto il farro, scolarlo e aggiungerlo alla crema di zucca. Ho rimesso il tutto sul fuoco per circa 5 minuti per far insaporire bene.
Il gioco è fatto!


Prendo spunto dal sale speziato per introdurre un tema a me molto caro, di cui parlerò più approfonditamente in un post a parte: il Commercio EquoSolidale. Vi lascio il
Link che vi spiega un pò di cosa si tratta. Le botteghe del Commercio equo e solidale sono dislocate in tutta Italia...non si tratta di beneficenza ma di un vero e proprio sostegno attivo a progetti che vengono portati avanti nei paesi in via di sviluppo. Alcuni progetti, inoltre, vengono sviluppati da cooperative Italiane e sostengono realtà disagiate presenti nel nostro paese come i disabili, i carcerati, ma ci sono anche attività a sostegno dell'ambiente e dell' agricoltura sostenibile. Dietro ad ogni prodotto c'è un progetto predefinito e non c'è lucro da parte delle Botteghe Italiane. Io personalmente mi rifornisco e faccio "volontariato" come commessa in una Bottega del Commercio Equo e Solidale. Vi lascio il link della mia bottega nel caso foste interessati a saperne di più!
"Equovadis", ci troviamo in zona Roma Nord via Serra - 00191
Tel 06/33221125
Apertura: lunedì dalle 16 alle 19.30
martedì - sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.30


Partecipo con questa ricetta al contest di "
Ti cucino così" - Minestre e Zuppe

martedì 30 novembre 2010

Brownies :-D


Buongiorno a tutti!!!! In previsione del Natale oggi vi lascio la ricetta dei mitici Brownies!!!! Li adoro e li trovo perfetti da proporre durante le feste...è vero sono moooolto pesanti e calorici ma quale pietanza durante il Natale non lo è??? E poi sono golosissimi e sono ideali da stuzzicare tra una tombolata e un mercante in fiera....;-) a proposito di mercante in fiera...l'anno scorso ho superato me stessa!!! Proprio io che solitamente partecipo ai giochi Natalizi per essere di compagnia, ma li passo a sonnecchiare perchè il mio livello di vincita è pari a 0...e ogni anno vedo il mio bussolotto degli spicci cadere in un vuoto totale......Proprio io l'anno scorso ho vinto TUTTO, proprio tutto quello che c'era da vincere!!!! Speriamo di replicare quest'anno!!!!! :-P
La ricetta dei Brownies l'ho presa qui ...è di Nigella Lawson...devo ammettere che anche io sono stata contagiata dalla febbre Nigella, tanto da comprare alcuni suoi libri e cercare le ricette in video su Youtube...nonostante, però, sia estremamente geniale in alcune preparazioni e soprattutto molto versatile e pratica, trovo che alcune ricette siano mostruose!!! Soprattutto la rivisitazione della cucina italiana!!! Sono ricette molto English style, adatte al popolo inglese, ma poco si addicono alla nostra cultura culinaria! Resta comunque una fonte di ispirazione soprattutto per i dolci, che sono sempre molto golosi e adatti ad essere serviti in qualsiasi occasione...non potranno che essere adorati!!!
Io ad esempio li ho preparati per una festa di compleanno...sono piaciuti moltissimo!!!!
Ecco la ricetta dei mitici Brownies (tra parentesi ci sono le mie modifiche)
Brownies


Ingredienti:

350 gr di cioccolato fondente
375 gr di burro
6 uova
1 cucchiaio di essenza di vaniglia (io non l'ho messa)
350 gr di zucchero
225 gr di farina
200 gr di gocce di cioccolato fondente (io ho messo 2 barrette di torrone con le nocciole tagliato a pezzettini, ma si può aggiungere in alternativa quello che si preferisce: sono ideali ad esempio le nocciole oppure le noci oppure scaglie di cioccolato bianco!)

Preparazione

Sciogliere al microonde il cioccolato fondente con il burro e lasciare che raffreddi.
A parte montare le uova e lo zucchero. Una volta raffreddato il cioccolato, unire il composto di uova e infine la farina. Aggiungere in seguito le gocce di cioccolato, le noci, le nocciole o quello che si preferisce.
Versare l'impasto dei brownies in una teglia rettangolare e infornare per 55 minuti a 180° (prova stecchino mi raccomando!!!...per il mio forno ho notato che ci vuole sempre più tempo quindi dopo circa 35 minuti di cottura fate la prova stecchino e regolatevi in base al vostro forno!!!).


Tagliare a quadrotti e cospargere di zucchero a velo.

venerdì 26 novembre 2010

Pollo alle Mandorle


Buongiorno a tutti!!! Poichè ho notato che nel mio blogghino non c'è ancora la ricetta di un secondo ho deciso di rimediare subito...e secondo sia!
Dovete sapere che non amo molto preparare la carne e il pesce...forse perchè non ne vado matta...io vivrei di pasta, antipastini sfiziosi e dolci :-P!!! Mangio poca carne e molto selezionata e il pesce, che mi piace di più, deve essere pulito in maniera congrua cosa che io non amo molto fare...di solito, quindi, prediligo pesci già in tranci, come il salmone e il pesce spada, oppure quelli surgelati come il merluzzo e la sogliola...discorso diverso per la carne, per cui non ho una speciale predilezione sin da piccola...di solito mangio fettine (adoro le fettine panate!!! :-P) hamburger, bistecche (raramente), straccetti, carpaccio, petto di pollo e di tacchino...ultimamente poi anche il pollo ha iniziato a disgustarmi (dopo un viaggio in Marocco in cui abbiamo mangiato solo ed unicamente pollo...) per cui cerco di coprirne il sapore con ricette sfiziose...sono difficile eh!!! Questa è una ricetta che ho fatto per la cena della scorsa sera con le mie amichette...cercavo qualcosa di sfizioso ma non troppo pesante...ed è stato perfetto!!!

Pollo alle mandorle



Ingredienti (per 4 persone)

500g di sovraccosce di pollo (sono molto più tenere del petto di pollo)

150g di mandorle pelate
1 cipolla

1/2 bicchiere di vino bianco

2-3 cucchiai di salsa di soia

olio

sale



Preparazione

In un tegame fate rosolare le mandorle con un pò di olio. Una volta rosolate scolarle e metterle da parte. Nello stesso olio delle mandorle fare rosolare una cipolla (piccola) tagliata a fettine sottilissime oppure tritata nel mixer. Tagliare il pollo a cubetti, infarinarlo e farlo rosolare insieme alla cipolla. Una volta rosolato aggiungere mezzo bicchiere di vino bianco e un pò di sale (poco mi raccomando!) e lasciar cuocere per 15-20 minuti. Quasi alla fine della cottura aggiungere le mandorle e 2-3 cucchiai di salsa di soia.
Voilà!

Buon fine settimana a tutti!!!!

mercoledì 24 novembre 2010

Pavesini Nutella, Mascarpone e Cocco


Eccomi qui!!!! Ieri sera cenetta con amiche...quindi un sacco di cosine da postare!!! ;-)

Prima della ricettina però il mio solito monologo tedioso...:-P Domenica sera sono stata al teatro Brancaccio a vedere il musical "La Bella e la Bestia"....MERAVIGLIOSO!!!!!!!!!!!! Spettacolari le musiche che sono praticamente le stesse del cartone Disney ma le canzoni hanno un testo differente...spettacolari le scenografie, i costumi e le coreografie...il musical è riuscito a rendere perfettamente la sontuosità della famosa sala da ballo e anche la spettacolarità della canzone relativa alla cena di Belle nel castello...per il resto i dialoghi sono molto simili a quelli del cartone e anche le battute comiche...è stato veramente piacevole! Consiglio a tutti i romani ( e non :-P) di andarlo a vedere...soprattutto portate i bambini! E' perfetto per loro, si divertiranno molto e ne rimarranno entusiasti! Anche lo spettacolo serale è adattissimo ai più piccoli; inizia infatti alle 8.30 (precise!!!) e alle 11 finisce! E' così emozionante che mia sorella (che è venuta con me) è riuscita a versare un mare di lacrime per tutto il tempo!!! :-S vabbè lei è un caso patologico...;-)

Sarà che appartengo alla generazione delle principesse, delle streghe cattive e dei principi coraggiosi che salvano le loro amate (ok lo fanno con la tutina celeste che non è il massimo del sexy...però non andiamo a cercare il cavillo per favore!!!), però io sono molto affezionata ai cartoni dell Disney e spesso li rivedo con molto piacere...mi fanno ancora sognare e tornare bambina per un pò...ok ammetto che la storia del principe azzurro ci ha creato dei notevoli problemi...non puoi passare l'infanzia a credere che prima o poi uno stangone aitante e coraggioso ti salverà col suo destriero e la sua magica armatura...e poi realizzare a 30 anni che non esiste!!!!!!!!!!!!!!! E' stato un trauma e credo che farò causa alla Disney!!! :-P

Vabbè in attesa del principe azzurro (starà combattendo con qualche mostruoso drago sputafuoco???) cucino...che è meglio!!!

Ecco il link del teatro http://www.labellaelabestia.it/

La ricettina che vi lascio oggi è il dolcetto che ho preparato ieri sera...FACILISSIMO, veloce e molto goloso...l'ho visto per la prima volta a casa di una mia amica...ma è molto diffuso anche sul web....troppo buono!

A presto!!!


Pavesini Cocco, Nutella e Mascarpone

Ingredienti
Pavesini
Nutella
Mascarpone
Cocco grattuggiato
Caffè

Preparazione
Preparare il caffè (per 4) e diluirlo con acqua
Spalmare una parte dei pavesini con nutella e i restanti con mascarpone.
Unire a coppie un pavesino con nutella a uno con mascarpone.
Bagnare il biscottone ottenuto nel caffè diluito e cospargere con il cocco grattuggiato.
Farete un figurone con pochissima fatica!!!

Un bacione a tutti!!!

lunedì 22 novembre 2010

Il mio primo premio!!!! Fusilli con pesto di agrumi, salmone e olive


Buon Lunedì a tutti!!!! E' già qualche giorno che non posto nulla...devo recuperare!!!!!!!Innanzi tutto ringrazio le mie 3 blog-amichette svitate (;-)) che mi hanno dato questo bellissimo premio!!! Sono molto felice ed onorata!!! Vi chiedo scusa però, perchè non ho molto tempo a disposizione per far girare il premio! Lo dedico a tutti quelli che passano di qua, ai miei sostenitori presenti e futuri sperando che il mio piccolo blog riesca a crescere sempre di più e ad essere utile, soprattutto, per regalare delle idee semplici ma originali!!!!



Oggi vi lascio la ricetta di un primo piatto che ho preparato ed inviato per il concorso indetto dalla "Voiello"per l'incontro pre-natalizio che si terrà a Roma...mai avrei pensato che le case produttrici avrebbero potuto invitarmi a partecipare a dei concorsi!!! Insomma questo blog dà belle soddisfazioni!!! ;-)
Per il pesto ho preso spunto dalla mitica Precisina e solo in seguito ho capito che la ricetta originale è del mitico Filippo La Mantia...io ho personalizzato la ricetta a mio gusto...cmq un primo ottimo, delicatissimo e con un gradevolissimo sentore di arancia...ideale per laVigilia di Natale!!!! Provatelo!!!





Fusilli al pesto di agrumi, salmone e olive nere

Ingredienti

350g Fusilli Voiello

Per il pesto
2 arance
100g mandorle
1 mazzetto di basilico
sale
un pizzico di pepe

2 tranci di salmone fresco
salsa di soia

olive nere (quelle condite con l'arancia per intenderci)

Preparazione
Per il pesto
mettete tutti gli ingredienti in un mixer e frullare fino a formare un composto omogeneo.
Nel frattempo far scottare il salmone con un pò di olio in una padella. A cottura quasi ultimata del salmone aggiungere un pò di salsa di soia e terminare la cottura.
Mentre preparate il salmone fate cuocere la pasta in acqua bollente salata.
Una volta cotta, versare la pasta in un recipiente e amalgamare con il pesto di agrumi e un cucchiaio di acqua di cottura. Terminare la preparazione aggiungendo il salmone a pezzetti e le olive.

giovedì 18 novembre 2010

La mia carbonara!


Buongiorno!!! Anche questa è una settimana intensa...oggi dopo il lavoro mi aspetta un bel giro da Ikea!!! Non so voi ma io adoro Ikea!!! Tutto il mio soggiorno è stato acquistato lì! Dovete sapere che oramai già due anni fa sono andata a vivere da sola...una delle scelte più belle e importanti della mia vita...da piccola pensavo che appena laureata e con un lavoro decente sarei andata via da casa dei miei genitori e avrei provato l'esperienza di stare da sola...e così è stato...ovviamente ho avuto l'immensa e dico IMMENSA fortuna di trovare un lavoro subito e soprattutto di avere una piccola casetta costruita da mio nonno che tenevamo in affitto. Prima di andare via ero molto impaurita e timorosa....e invece ora penso che sia l'esperienza più costruttiva della mia vita! Intendiamoci io stavo benissimo a casa con la mia famiglia, ma ho un carattere molto indipendente e sentivo proprio il bisogno di provarci...sono due anni che vivo in questa casa e la sento mia come mai nessun'altra cosa che ho avuto, mi sta aiutando a conoscermi meglio e ad esprimere quello che sono realmente...e sono molto soddisfatta perchè essendo molto felice anche da sola, credo che apprezzerò di più e saprò valutare meglio anche la compagnia di qualcuno che prima o poi entrerà totalmente nella mia vita...e nella mia casa!
Quando dovevo arredarla, avendo un budget molto limitato a disposizione, ho saccheggiato l'Ikea!!! E ancora continuo visto che per arredare una casa completamente ci vogliono anni! Da quando poi hanno messo un negozio Ikea proprio dietro casa mia...è il delirio...ci vado spesso tranne nel weekend perchè diventa proprio una lotta per la sopravvivenza!!!

Oggi vi lascio la ricetta che ho fatto qualche settimana fa per una cena improvvisata con amici...la CARBONARA! Per la storia di questa gustosa pasta vi rimando qui. Le origini saranno pure incerte, ma qui nel Lazio è uno dei piatti più apprezzati e diffusi!
Premetto che la mia è solo una personale rivisitazione e che sicuramente non è la ricetta originale. Quello che so con certezza è che molti usano la panna per creare la famosa cremina, ma la vera carbonara non prevede assolutamente l'utilizzo di altro se non uova e pancetta (guanciale). Io poi aggiungo le uova solo dopo aver spento il fuoco in modo che rapprendano solo grazie al calore della pasta e non diventino una frittata.
Bon appetit!
Pasta alla Carbonara


Ingredienti (4 persone)

350g mezzemaniche (o spaghetti, rigatoni..)
4uova (2 intere e 2 tuorli)
Pancetta (la quantità varia a seconda del vostro gusto)
Pecorino (anche il Parmigiano è perfetto)
sale
pepe nero

Preparazione
In una padella far rosolare con un pò di olio la pancetta.
In un piatto sbattere le 2 uova intere e i 2 tuorli con un pò di sale e 2-3 cucchiai di pecorino (Parmigiano).
Far cuocere la pasta in acqua poco salata e scolarla al dente. Ripassare la pasta nella padella con la pancetta e l'olio per qualche minuto. Alla fine spegnere il fuoco e versare il composto uova-formaggio sulla pasta mescolando velocemente. Attendere qualche minuto per far rapprendere un pò le uova continuando a mescolare.
Et voilà! Spolverare i piatti con altro pecorino e un pò di pepe nero (io non l'ho messo).


martedì 16 novembre 2010

Torta Moretta

...il lavoro non è tutto...ma questo può dirlo solo chi il lavoro ce l'ha...il lavoro è la dignità di una persona, sempre, soprattutto quando hai 30 anni e hai paura di passare le vita in panchina...
...se devo morire attaccato per mesi a 1000 tubi...non può deciderlo il Parlamento...perchè un uomo resta un uomo con la sua dignità anche nel momento della sofferenza e del distacco...
...c'è un modo per difendere la fede di ciascuno, per garantire le condizioni di ciascuno, per riconoscere la condizione di ciascuno, questo modo, irrinunciabile, si chiama laicità...
...per guidare l'automobile, che è un fatto pubblico, ci vuole la patente, che è un fatto privato...per governare, che è un fatto pubblico, bisogna essere una persona PERBENE, che è un fatto privato...

Pier Luigi Bersani "Vieni via con me" 15 Novembre 2010

...è bello, nonostante tutto, essere italiani, perchè è un piccolo privilegio, perchè a Milano come a Palermo, la nostra Patria ha un patrimonio paesaggistico e culturale che il mondo ci invidia...Amare l'Italia...avere fiducia negli Italiani nella loro capacità di sacrificarsi, di lavorare onestamente, di pensare senza egoismi al futuro dei propri figli, di essere solidali e generosi...gli italiani hanno bisogno di istituzioni politiche autorevoli, rispettate, giuste...
...senza l'autorevolezza e il buon senso delle istituzioni, senza l'autorità della legge, senza una democrazia trasparente ed equilibrata nei suoi poteri, non c'è libertà ma solo anarchia...

Gianfranco Fini "Vieni via con me" 15 Novembre 2010

Buongiorno a tutti...oggi solo poche righe tratte dagli interventi di Pier Luigi Bersani e Gianfranco Fini nella trasmissione "Vieni via con me"...interventi molto discreti, con riflessioni a volte anche un pò buoniste e scontate...ma credo che oggi ci sia bisogno proprio di questo...perchè con la scusa del buonismo e dell'ovvio, la libertà e la democrazia...che sono valori fondamentali...sono andati persi chissà dove... e ogni tanto fa bene ricordare che cosa è realmente importante soprattutto quando è stato ritenuto per anni talmente banale da essere distrutto e maneggiato con assoluta noncuranza...


Torta Moretta


Vi lascio la ricetta della torta moretta, che ho preparato la settimana scorsa per i 50 anni di mia zia...la ricetta della base l'ho trovata qui... ottima veramente... è rimasta soffice ma consistente...praticamente perfetta!!!

Ingredienti:
4 uova
200 g di zucchero
200 g di farina 00
4 cucchiai di cacao amaro (io ne ho messo di più)
100 g di burro
1 tazzina da caffè di latte
1 bustina lievito Pane angeli

Preparazione:

Sciogliere il burro e lasciarlo raffreddare
Unire le uova con lo zucchero e lavorare con la frusta elettrica fino a che il composto non diventa gonfio e spumoso.
Aggiungere la tazzina di latte, il cacao e la farina setacciata con il lievito. Amalgamare il tutto e alla fine incorporare, sempre con la frusta elettrica, il burro fuso e freddo.
Versare il composto in una tortiera precedentemente ricoperta di carta forno. Infornare a 180° per 45 minuti (prova stecchino!!!)
La mia torta era grande e ho fatto doppia dose!

Per la farcia
Nutella q.b.
Panna montata q.b.
un bicchiere di latte e caffè (non zuccherato) come bagna.

domenica 14 novembre 2010

Pizzaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!

Ma che bella Domenica!!! Tutta dedicata a me! Libro, lettone, pc, "Alle falde del Kilimangiaro", e anche una ricettina golosa che è ancora in forno! Che si può chiedere di più???!!!! ;-)
Oggi vi lascio la ricetta della pizza della mia nonnina adorata! Lo scorso Venerdì che è stato un pò stancante ne ho approfittato per non uscire e dedicarmi, insieme a nonna, alla preparazione della pizza, che io adoro! Purtroppo, essendo intollerante ai latticini, non ho mai molta voglia di andare a mangiare la pizza in pizzeria...è difficilissimo, infatti, trovare una pizza senza mozzarella che sia buona perchè necessita oltre a un buon impasto, di ingredienti (olio, pomodoro...) di ottima qualità per essere gustosa...per questo evito e non la mangio quasi mai...ma la pizza di mia nonna è speciale!!!!Friabile, un pò croccante ai bordi e leggerissima...perfetta!!!
Noi ne abbiamo preparato una con salsiccia e patate, una con la mozzarella e una rossa per me e anche una teglia con zucchine. Non ho le immagini di tutte perchè il branco di lupi affamati le ha fatte fuori in un nanosecondo!!! :-S
Ovviamente le dosi non sono precise visto che mia nonna mette tutto ad occhio! (ma come fanno queste Donne di una volta ad essere così geniali???!!!)



Pizza
Ingredienti (indicativi)

1Kg farina
1 cubetto di lievito
mezzo bicchiere di olio evo
acqua tiepida quanto basta
un cucchiaio di zucchero
sale

Preparazione
Sciogliere il lievito in un pò di acqua tiepida assieme al sale e allo zucchero.
Versare la farina su un piano e formare un incavo all'interno. Versare all'interno l'acqua con il lievito e lo zucchero e l'olio. Iniziare ad impastare ed aggiungere acqua tiepida qb per avere una pasta morbida ed elatica. Lasciar riposare la pasta per circa 4 ore (dipende dalla quantità di lievito usata). Una volta lievitata stendere la pasta e farcire con quello che vi piace di più .
Infornare a 180° per 20-25 minuti.

Bon appetit!!



!

giovedì 11 novembre 2010

Smile...without a reason why...Torta Tiramisù


Buongiorno a tutti!!! Oggi poche parole! Vi dedico questa bellissima canzone che spero vi regali uno, dieci, cento sorrisi e vi aiuti a cominciare bene la giornata!!!
E...vi lascio la ricetta della torta che ho preparato per il compleanno del ragazzo di mia sorella....una Torta Tiramisù che, a detta di chi l'ha assaggiata, era buonissima!!! E' la prima volta che faccio una torta che debba essere più decorata e piacevole alla vista...devo dire che sono soddisfatta!!! A parte le cialdine intorno che erano tutte di altezza diversa!!! Ahhhhhh beh diciamo che la precisione e soprattutto la pazienza non sono virtù che mi contraddistinguono!!!

Spero vi piaccia! A presto!!

Torta Tiramisù

Ingredienti

Pan di Spagna

6 uova
6 cucchiai di farina
6 cucchiai di zucchero
1 bustina di lievito

Per la crema
500g mascarpone
5 cucchiai di zucchero
4 uova
6 tazzine di caffè
cacao amaro
cioccolato fondente



Preparazione.

Preparate il Pan di Spagna con 6 tuorli 6 cucchiai di zucchero e 6 cucchiai di farina. Aggiungere il lievito (non servirebbe ma visto che dovevo regalarla e non mi fidavo ho preferito aggiungerlo). Montare le chiare a neve e aggiungere all'impasto. Versate l'impasto in una tortiera foderata di carta forno e cuocere a 180° per 40-45 minuti. Lasciar raffreddare completamente.

Nel frattempo preparate la crema. Mescolare Tuorli e zucchero finchè non otterrete una crema bianca e spumosa. Aggiungere il mascarpone e le chiare montate a neve. Aggiungere il cioccolato a scaglie (secondo i vostri gusti!).
Tagliare il Pan di Spagna a metà e bagnarlo con il caffè diluito con un pò di acqua. Farcire il primo strato con la crema e coprire con la calotta superiore del Pan di Spagna. Farcire anche la calotta con la crema e distribuire la crema anche sui lati della torta. Ricoprire con il cacao amaro in polvere e aggiungere le cialdine ai lati della torta...Voilà!

martedì 9 novembre 2010

"Vieni via con me" e....Fettuccine funghi e salsiccia

Buongiorno a tutti!!!! Dopo un fine settimana molto pieno e un lunedì a letto con il mal di stomaco (eh che ci volete fare...gli stravizi del weekend a una certa età cominciano a farsi sentire!!!) torno bella pimpante piena di ricettine da postare!!! Prima della ricettina però, visto che il mio blog nasce anche come spazio per poter dire la mia, vorrei esprimere tutta la mia approvazione e il mio gradimento per la trasmissione "Vieni via con me" di Fazio e Saviano. Finalmente e dico FINALMENTE dopo secoli e secoli di tette, perizomi e Grandi Fratelli, sono riusciti a mandare in onda una trasmissione di alta qualità, di cultura e di grande spessore morale. Le mie congratulazioni, prima di tutto a Fabio Fazio che, come sempre, riesce ad essere molto distinto e a portare avanti discorsi anche delicati con molto garbo e rispetto. Congratulazioni anche a Saviano per il coraggio e per quello che la sua figura rappresenta. Molto simpatico e drammaticamente vero l'intervento di Benigni che è stato e si conferma un "mostro sacro" nell'ambito culturale italiano. Sublime la presenza di Claudio Abbado e il suo elenco sull'importanza della cultura, e grandissimo anche Vendola che si è prestato con grande dignità e ironia ad affrontare la tematica dell'omosessualità. Non ho visto tutta la trasmissione per cui non mi pronuncio sugli altri interventi...ora...non voglio parlare di politica perchè non è un'argomento che mi interessa....però ieri abbiamo avuto, dopo molto tempo, dimostrazione che l'Italia non è solo un paese di veline e corteggiatori come vogliono farci credere, ed io sono sicura che quei 9 milioni di telespettatori che ieri hanno guardato Fazio, rappresentino quella larga parte di popolazione che non guarda quasi più la televisione, e che si sente avvilita e sminuita per quello che costantemente ci viene proposto e per l'immagine che vogliono dare di noi... e sono anche felice del fatto che "Vieni via con me" abbia ricevuto più ascolti del "Grande Fratello" che, se nelle prime edizioni rappresentava realmente un fenomeno sociale ed era anche piacevole e curioso da vedere, è oggi solo una vetrina per oche starnazzanti, povere escort in cerca di gloria e tristissimi macho-man con il cervello vuoto. Starete pensando...ma Fefina è impazzita e pure parecchio inacidita!!! No dai...ci tengo a dire la mia perchè sinceramente è da molto tempo che non considero più la televisione, a parte "La prova del Cuoco" (quando sono a casa), "Alle falde del Kilimangiaro" (adoro questa trasmissione!!!!) e "Per un pugno di libri" (Amo Marcorè!!! :-D). Non seguo più neppure Santoro o Ballarò perchè trattano sempre gli stessi argomenti che fra l'altro non hanno via di uscita e si sentono solo parole al vento!!! Insomma ieri ho avuto la piacevole sensazione di essere di fronte a qualcosa di interessante e soprattutto finalmente hanno proposto una trasmissione degna del cervello degli italiani che non sono solo marionette in cerca di svago!!! :-D

Passiamo alla ricetta, perfetta per il pranzo della Domenica...!

P.S. Grazie alla mia mamma che ha preparato le fettuccine fatte in casa!!!!!


Fettuccine con funghi e salsiccia


Ingredienti:

Per la Pasta
1kg farina
8-10 uova (a seconda della grandezza)
sale
(queste dosi sono per un grande quantitativo di pasta, noi abbiamo congelato una buona metà di fettuccine!)

Per il condimento
300g funghi porcini secchi
3 salsicce
olio
1 spicchio d'aglio

Prezzemolo per decorare

Preparazione

Impastare tutti gli ingredienti e preparare le fettuccine (noi abbiamo usato la macchinetta per tagliarle). Lasciar riposare un pò.
Mettere i funghi secchi in ammollo.
In una padella capiente far rosolare la salsiccia con un filo di olio.
Scolare i funghi (non buttate l'acqua in cui li avete lasciati!!!). In una padella far rosolare uno spicchio di aglio con olio, aggiungere i funghi con un pò della loro acqua. Verso la fine della cottura dei funghi aggiungere la salsiccia e un'altro pò di acqua dei funghi. Scolare le fettuccine al dente ed unirle nella padella con salsicce e funghi aggiungendo ancora un pò di acqua dei funghi. Finire la cottura della fettuccine. Impiattare e spolverare con un pò di prezzemolo.

venerdì 5 novembre 2010

Torta rustica veloce veloce!


Ciao a tutti!!! Oggi a Roma si sente quasi aria di primavera!!! E mentre cerco di godere ancora un pò di questa splendida giornata vi lascio una ricettina, che ricetta proprio non è, ma è sicuramente perfetta per una cena o un'aperitivo/antipasto veloce e improvvisato...che non me ne vogliano i puristi, ma ho utilizzato verdure surgelate e pasta brisèe già pronta...devo ammettere che, da buona forchetta quale sono, non amo utilizzare cibi già pronti o surgelati; preferisco cucinare le cose da me, magari piatti semplici e poco conditi ma almeno apparentemente sani!....credo anche, tuttavia, che ogni tanto non ci sia niente di male ad utilizzare prodotti più "fast" che ti possano aiutare per una cena improvvisata e che siano di supporto a donne/mamme spesso lavoratrici e che quindi, inevitabilmente, sono sempre in corsa contro il tempo...Insomma questo discorso fa molto "Benedetta Parodi" dei poveri!!!! Qualche tempo fa alle "Invasioni barbariche", il programma condotto da Daria Bignardi su La7, c'è stato un momento dedicato al confronto tra Beppe Bigazzi, cultore dei cibi di massima qualità e della tradizione, e Benedetta Parodi, appunto, che cercava di difendere la sua cucina "simple and fast". E' ovvio che le argomentazioni sostenute da Bigazzi erano inconfutabili, però bisogna ammettere che, al giorno d'oggi, c'è anche bisogno di una cucina più snella, veloce ma allo stesso tempo che rispecchi il gusto di un tempo (impossibile secondo me!). Io credo che, come in tutte le cose, ci voglia un pò di moderazione e che le due fazioni possoano convivere tranquillamente, basta prendere il meglio da quello che ci viene proposto! Vabbè tutto questo per farmi perdonare per avere utilizzato verdure surgelate!!!!! :-P
Comunque mi è stato chiesto da più di una persona il bis...quindi vuol dire che era proprio buona!!!!
P.S. Dedico questa ricetta a Simone che ne ha mangiato almeno tre fette!!!



Torta rustica con verdure e prosciutto


Ingredienti


2 rotoli di pasta brisèe

1 confezione di contorni misti surgelati

1oog prosciutto cotto

100g formaggio a scelta (io fontina)


Preparazione

Cuocere le verdure come indicato sulla confezione.

Diporre un rotolo di pasta brisèe in una teglia per crostate. Porre le fettine di prosciutto cotto sulla pasta brisèe e versare successivamente le verdure cotte. Tagliare il formaggio a cubetti e aggiungere al composto. Coprire il tutto con il secondo rotolo di brisèe.

Cuocere a 180°-200° per 40 minuti.


Cotto e Mangiato!!! :-P

mercoledì 3 novembre 2010

Tiramisù...:-)


Eccomi di nuovo qui!!!! Finalmente trovo un pò di tempo da dedicare al mio piccolo spazio! Sono giornate molto frenetiche in cui devo sistemare alcune cose e ho pochissimo tempo libero! Non vedo l'ora che arrivi Natale per godermi due e dico DUE settimane di assoluto riposo!!! Quest'anno ho fatto le cose in grande e mi sono lasciata parecchi giorni di ferie da dedicare alle feste natalizie...adoro, infatti trascorrere questo periodo, che considero il più bello dell'anno, in assoluto relax, assaporando il calore e il sapore delle feste...in questo sono rimasta molto bambina, mi piacciono le sorprese, i piccoli regali inaspettati, soprattutto quelli fatti a mano, e mi piace sorridere, sorridere sorridere, e..credere ancora in Babbo Natale...perchè bisogna vivere con l'entusiasmo e la curiosità di un bambino per riuscire ad essere felici e godere delle piccole ma vere gioie di ogni giorno! Proprio ieri mi è venuta l'illuminazione e ho deciso che cosa regalerò quest'anno...tutti regalini preparati con le mie manine!!! Non vi anticipo nulla perchè sarà una sorpresa e le mie amiche seguono il blog...tempo al tempo! Intanto vi lascio la ricetta del mio tiramisù...sicuramente ognuna di voi ha la sua ricettina collaudata, ma poichè questa è davvero buona voglio condividerla con voi!

P.S. volevo anhe dirvi che sono entrata a far parte si Smilla Magazine...una magazine on line che funge da aggregatore di blog di cucina!!! Sono molto felice di essere stata contattata e ringrazio molto lo staff per avermi dato questa opportunità!!!


Ingredienti

4 uova
5 cucchiai di zucchero
350g mascarpone
savoiardi
6 tazzine di caffè
3 cucchiai di cacao amaro

Preparazione
Preparare il caffè e farlo raffreddare senza zucchero. Preparare la crema con tuorli, zucchero e mascarpone. Unire alla crema le chiare montate a neve e lasciar riposare in frigo per 15 minuti. In una pirofila disporre i savoiardi, dopo averli immersi nel caffè (diluito con un pò di acqua); alternare in seguito uno strato di crema e uno di savoiardi fino al termine degli ingredienti. Spolverizzare l'ultimo strato di crema con il cacao amaro. Lasciar riposare almeno 3 ore in frigo.


PP.S. okok forse sto esagerando con questi dolci :-P ??? Le prossime volte cercherò di postare qualcosa di salato..altrimenti altro che palestra...qua ci vuole un miracolo!!!!

domenica 31 ottobre 2010

Crostata crema, banane e amaretti e " Happy Halloween"

Ciao a tutti!!!! Come al solito all'ultimo minuto partecipo al contest "Un gioiello nel piatto" de "La zuppa di bottoni"....questa ricetta mi è molto cara perchè appartiene alla mia famiglia da sempre...l'anello invece mi è stato regalato 3 anni fa per la mia laurea...è l'unico anello che indosso sempre...è il mio portafortuna...nonostante poi io sia molto sbadata e varie volte mi è capitato di lasciarlo in posti che poi non ricordavo...è ancora non me! Lo ritrovo sempre!!! Spunta all'improvviso dopo il classico attacco isterico che mi viene pensando di averlo perso...insomma oramai lo considero parte di me, non posso uscire senza; mi piace pensare che mi protegga....


Crostata crema, banane e amaretti



Ingredienti:

per la frolla
3 tuorli
1 uovo intero
350g farina
6 cucchiai di zucchero
150g burro
1 bustina di lievito

Crema pasticcera
4 tuorli
4 cucchiai di farina setacciata
4 cucchiai di zucchero
mezzo litro di latte
buccia grattugiata di un limone

per il ripieno
2 banane
amaretti
alchermes

Preparazione

Preparare la frolla:
Amalgamare farina e burro. Aggiungere lo zucchero, il lievito, i 3 tuorli e l'uovo intero. Formare un panetto che metterete a riposare in frigo per un'ora.

Preparare la crema pasticcera:
Scaldare il latte in una casseruola (non farlo bollire!!!). In una ciotola amalgamare con le fruste i tuorli, lo zucchero, la farina e la buccia del limone. Versare il latte a filo nel composto. Porre di nuovo il composto sul fuoco e girare finchè la crema non si addensa.
Dividere il panetto di frolla in due. Stendere la prima metà e rivestire uno stampo da crostata (precedentemente rivestito di carta forno). Spalmare la crema sulla base della crostata. Tagliare le banane a rondelle sottili e porle sullo strato di crema. Bagnare gli amaretti nell' alchermes diluito con un pò di acqua e porli sopra lo strato di banane. Stendere la seconda metà del panetto di frolla e ricoprire la crostata.


Infronare a 180° per 45 minuti.




E questo???? E solo una piccolo gesto per augurarvi una fantasica " Notte delle Streghe"!!!!
La ricetta originale potete trovarla qui!

A prestissimo e passate un meraviglioso lunedì di festa!!!!!!